La Fotografia come mezzo per ricordare. E' sicuramente una delle caratteristiche più sfruttate della fotografia quella di saper "ricordare", ma troppe volte si lascia spazio alla "costruzione". A volte la fotografia di cerimonia diventa fotografia di scena: il fotografo che diventa un buruttinaio che muove i fili degli sposi e di quanto avviene ne detta tempi e pose, sguardi e momenti. Troppo spesso il fotografo e la fotografia stessa diventano finti registri di una giornata vera.

 

La fotografia di cerimonia è invece il saper raccontare, l'immedesimarsi negli sposi per capirne i sentimenti e racchiuderli in immagini. E' il saper essere discreti, quasi invisibili in un giorno in cui si è semplicemente narratori di un turbine di eventi ed emozioni. E' il saper fotografare dentro una scena, ma senza farne parte.

 

Anche per questo motivo ho seguito il corso organizzato dell'Ufficio Liturgico del Vicariato di Roma volto ad istruire fotografi ed operatori sul corretto comportamento da seguire durante le cerimonie religiose. Al termine del corso sono stato inserito nell'elenco ufficiale degli operatori.

 

Un grazie quindi a tutti coloro che mi chiedono di immortalare le giornate più importanti della loro vita. Grazie per l'onore che mi fate e per la responsabilità che mi affidate.

 

Potete trovare una selezione di scatti realizzati durante le cerimonie direttamente nel sito Emozioni in Controluce.

emozioni_in_controluce Fotografi matrimonio Roma